Manuale Utente del decoder per segnalazione Italiana

 Connessione del decoder

 Il funzionamento del decoder e' basato sulla gestione di diversi segnali (ad una, due, tre vele o marmotte) secondo gli aspetti previsti dalla segnalazione Italiana. La connessione generica del decoder e' la seguente nella versione a positivo (o anodo) comune:

 

 

mentre questa e' la connessione nel caso di negativo (o catodo) comune:

 


 

 

Tutte le caratteristiche del decoder (funzionalita', programmazione attraverso le CV, effetti e quant'altro) sono identiche nelle due versioni ad anodo (positivo) e catodo (negativo) comune.

ovviamente le possibilita' di connessione del decoder ai segnali cambiano nel caso si usino segnali a 2 LED/luce (rosso e verde) oppure a 3 LED/luce (rosso, verde e giallo). Queste configurazioni sono selezionabili dall'utente scrivendo nella CV61 come da tabella

 

Configurazione

CV61[2..0]

Commenti

A

4

1 segnale a 3 vele + 1 segnale a 1 vela (2 LED/luce)

B

5

2 segnali a 2 vele (2 LED/luce)

C

6

1 segnale a 2 vele + 2 segnale a 1 vela (2 LED/luce)

D

7

4 segnali a 1 vela (2 LED/luce)

E

0

1 segnale a 3 vele (3 LED/luce)

F

1

1 segnale a 2 vele + 1 segnale a 1 vela (3 LED/luce)

G

2

2 segnali a 1 vela (3 LED/luce)

 

Oppure per segnali bassi di partenza

 

Configurazione

CV61[5]

Commenti

H

32

2 marmotte – segnale di partenza basso (3 LED/marmotta)

 

La configurazione di default memorizzata nel decoder e' la “E” attivata con CV61[2..0]=0 e CV61[4]=0. Gli schemi di connessione dei LED nelle diverse configurazioni sono esemplificate nelle pagine seguenti.

 

N.B. Sono presentate esclusivamente le configurazioni ad anodo (positivo) comune ma considerando lo schema di connessione generico della pagina precedente si possono ricavare analogamente le connessioni nel caso a catodo (negativo) comune.

 


Configurazioni possibili con 2 LED per luce (ANODO o POSITIVO Comune)




Configurazioni possibili con 2 LED per luce (CATODO o NEGATIVO Comune)




Configurazioni possibili con 3 LED per luce  (ANODO o POSITIVO Comune)




Configurazioni possibili con 3 LED per luce  (CATODO o NEGATIVO Comune)



Configurazioni per marmotta -  segnale basso di partenza (3 LED/segnale)  (ANODO o POSITIVO Comune)




Configurazioni per marmotta -  segnale basso di partenza (3 LED/segnale)  (CATODO o NEGATIVO Comune)

 

 

 

 

Attivazione dei diversi aspetti del segnale

 Le attivazioni dei diversi aspetti avviene settando o resettando le uscite del decoder accessori. Molte centraline digitali non inviano segnali di disattivazione degli accessori essendo pensate per comandare gli scambi attraverso elettromagneti: quindi l'attivazione di una funzione avviene settando l'uscita X e la sua disattivazione avviene settando l'uscita X+1, senza mai inviare segnali di  reset per le singole uscite. Anche il decoder per segnali segue la stessa logica per essere compatibile con tutte le centraline in commercio.

Ogni vela del decoder e' controllata da due indirizzi per accessori consecutivi, quindi il totale con 4 vele sono 8 indirizzi accessori che nella configurazione dell'indirizzamento NMRA corrispondono a 2 inidirizzi consecutivi. L'utente fissera' un solo indirizzo “A” e automaticamente il decoder occupera' lo spazio di due decoder consecutivi “A” e “A+1”.

 

Per esempio, nel caso si usi il Multimaus® ROCO, e con il settaggio di default del decoder CV1=1 e CV9=0, le vele saranno comandate come da tabella:

 

Indirizzo

Vela

Commenti

5 (X)

1

Comando prima vela. Bit 0 (MSB) per la selezione degli aspetti

6 (X+1)

1

Comando prima vela. Bit 1 (LSB) per la selezione degli aspetti

7 (X+2)

2

Comando seconda vela.Bit 0 (MSB) per la selezione degli aspetti

8 (X+3)

2

Comando seconda vela. Bit 1 (LSB) per la selezione degli aspetti

9 (X+4)

3

Comando terza vela.Bit 0 (MSB) per la selezione degli aspetti

10 (X+5)

3

Comando terza vela. Bit 1 (LSB) per la selezione degli aspetti

11 (X+6)

4

Comando quarta vela.Bit 0 (MSB) per la selezione degli aspetti

12 (X+7)

4

Comando quarta vela. Bit 1 (LSB) per la selezione degli aspetti

 

Il valore dell'indirizzo di base degli accessori X e' legato a quello del decoder (Add) attraverso la formula:

 

X = (Add * 4) + 1 (regola valida per Multimaus ROCO)

 

Quindi i diversi aspetti le uscite andranno a combinarsi nel seguente modo:

 

Bit 1 (MSB)

Bit 0 (LSB)

Aspetto

Commenti (per Multimaus®)

0

0

Primo aspetto

Tutte e due le uscite su corretto tracciato

0

1

Secondo aspetto

Bit 1 su corretto tracciato e Bit 0 su deviata

1

0

Terzo aspetto

Bit 1 su deviata e Bit 0 su corretto tracciato

1

1

Quarto aspetto

Tutte e due le uscite su deviata

 Nelle prossime pagine verranno elencati i comandi per le diverse tipologie di segnale (una, due,  tre vele o marmotte).

 

 Segnale a 1 vela

 

Aspetto

Vela 1

Commenti

1

Rosso

Arresto imperativo.

2

Verde

Via libera.

3

Giallo

Via libera con avviso di via impedita.

4

Giallo Lampeggiante

Via libera. Avviso anticipato di via impedita o di via libera a velocita' rid.

 

 


Segnale a 2 vele:

 

Aspetto

Vela 1

Aspetto

Vela 2

Commenti

1

1

Rosso/Spento

Arresto imperativo.

2

1

Verde/Spento

Via libera.

3

1

Giallo/Spento

Via libera con avviso di via impedita.

4

1

Giallo Lamp./Spento

Via libera. Avviso anticipato di via impedita o di via libera a velocita' ridotta.

1

2

Rosso/Verde

Via libera con riduzione di velocità. Avviso di via libera alla massima velocità ammessa.

 

1

3

Rosso/Giallo

Via libera con riduzione di velocità. Avviso di via impedita.

1

4

Rosso/Giallo Lamp.

Via libera con riduzione di velocita'. Avviso anticipato di via impedita o di via libera con riduzione di velocità.

 

3

2

Giallo/Verde

Via libera con avviso di via libera a 30 km/h.

3

3

Giallo/Giallo

Via libera a 30Km/h su binario di corretto tracciato tronco, corto  o parzialmente ingombro.

4

2

Giallo Lamp./Verde Lamp. Contemporaneamente

Via libera con avviso di via libera a 60 km/h.

 

4

3

Giallo Lamp./Verde Lamp. Alternativamente

Via libera con avviso di via libera a 100 km/h.

 

 

 Segnale a 3 vele:

 

Aspetto

Vela 1

Aspetto

Vela 2

Aspetto

Vela 3

Commenti

1

1

1

Rosso/Spento/Spento

Arresto imperativo.

2

1

1

Verde/Spento/Spento

Via libera.

3

1

1

Giallo/Spento/Spento

Via libera con avviso di via impedita.

4

1

1

Giallo Lamp./Spento/Spento

Via libera. Avviso anticipato di via impedita o di via libera a velocita' ridotta.

1

2

1

Rosso/Verde/Spento

Via libera con riduzione di velocità. Avviso di via libera alla massima velocità ammessa.

1

3

1

Rosso/Giallo/Spento

Via libera con riduzione di velocità. Avviso di via impedita.

 

1

4

1

Rosso/Giallo Lamp./Spento

Via libera con riduzione di velocita'. Avviso anticipato di via impedita o di via libera con riduzione di velocità

3

2

1

Giallo/Verde/Spento

Via libera con avviso di via libera a 30 km/h.

 

3

3

1

Giallo/Giallo/Spento

Via libera a 30Km/h su binario di corretto tracciato tronco, corto  o parzialmente ingombro.

4

2

1

Giallo Lamp./Verde Lamp. Contemp./Spento

Via libera con avviso di via libera a 60 km/h.

4

3

1

Giallo Lamp./Verde Lamp. alternativamente/Spento

Via libera con avviso di via libera a 100 km/h.

 

1

3

2

Rosso/Giallo/Verde

Via libera con riduzione di velocità. Avviso di via libera a 30 km/h.

 

1

3

3

Rosso/Giallo/Giallo

Via libera a 30Km/h su binario deviato tronco, corto o parzialmente ingombro.

1

4

2

Rosso/Giallo Lamp./Verde Lamp. Contemp.

Via libera con riduzione di velocità. Avviso di via libera a 60 km/h.

 

1

4

3

Rosso/Giallo Lamp./Verde Lamp. Alternativamente

Via libera con riduzione di velocità. Avviso di via libera a 100 km/h.

 

 


Marmotta (segnale basso di partenza)

 

Aspetto

Vela 1

Commenti

1

Segnale basso a via libera per movimento di manovra.
Via impedita per movimenti di treni.

2

Segnale basso a via impedita sia per movimenti di treni che di manovre.

 

 

 

 

3,4

Via libera che autorizza il movimento di un treno da un binario con segnale di partenza comune ad un fascio di binari. (luci lampeggianti)

 

Nelle diverse configurazioni del decoder le vele sono associate all'indirizzo del decoder accessori come da tabelle seguenti:Si ricordi sempre che il valore dell'indirizzo di base X e' legato a quello del decoder (Add) attraverso la formula:

 

X = (Add * 4) + 1       (formula valida per Multimaus ROCO)

 

Configurazione “A”:

 

Indirizzi

Segnale /Vela

X, X+1

Segnale a 3 vele, prima vela

X+2, X+3

Segnale a 3 vele, seconda vela

X+4, X+5

Segnale a 3 vele, terza vela

X+6, X+7

Segnale a 1 vela

 

 

Configurazione “B”:

 

Indirizzi

Segnale /Vela

X, X+1

Primo segnale a 2 vele, prima vela

X+2, X+3

Primo segnale a 2 vele, seconda vela

X+4, X+5

Secondo segnale a 2 vele, prima vela

X+6, X+7

Secondo segnale a 2 vele, seconda vela

 

 

Configurazione “C”:

 

Indirizzi

Segnale /Vela

X, X+1

Segnale a 2 vele, prima vela

X+2, X+3

Segnale a 2 vele, seconda vela

X+4, X+5

Primo segnale a 1 vela

X+6, X+7

Secondo segnale a 1 vela

 

 

Configurazione “D”:

 

Indirizzi

Segnale /Vela

X, X+1

Primo segnale a 1 vela

X+2, X+3

Secondo segnale a 1 vela

X+4, X+5

Terzo segnale a 1 vela

X+6, X+7

Quarto segnale a 1 vela

 

 

Configurazione “E”:

 

Indirizzi

Segnale /Vela

X, X+1

Segnale a 3 vele, prima vela

X+2, X+3

Segnale a 3 vele, seconda vela

X+4, X+5

Segnale a 3 vele, terza vela

X+6, X+7

Non usato

 

 

Configurazione “F”:

 

Indirizzi

Segnale /Vela

X, X+1

Segnale a 2 vele, prima vela

X+2, X+3

Segnale a 2 vele, seconda vela

X+4, X+5

Segnale a 1 vela

X+6, X+7

Non usato

 

 

Configurazione “G”:

 

Indirizzi

Segnale /Vela

X, X+1

Primo Segnale a 1 vela

X+2, X+3

Secondo Segnale a 1 vela

X+4, X+5

Non usato

X+6, X+7

Non usato

 

 

Configurazione “H”:

 

Indirizzi

Segnale /Vela

X, X+1

Prima marmotta

X+2, X+3

Seconda marmotta

X+4, X+5

Non usato

X+6, X+7

Non usato

 

 
 

Parametri configurabili del decoder (CV)

 

I parametri globali del decoder sono i seguenti:

 

Indirizzo Decoder.

 

Indirizzo DCC= CV1+CV9*64

 

in cui la CV1 puo' assumere tutti i valori da 0 a 63, mentre la CV9 puo' assumere i valori da 0 a 7. Per questo il range di indirizzi utili per il decoder sara' da 1 a 510 (0 non e' valido e 511 e' riservato al broadcast). Se l'utente specifica valori al di fuori di questi range il decoder considerera' comunque solamente i bit corretti cioe' i primi 6 bit di CV1 ed i primi 3 bit di CV9.

 

Quindi se CV1=7 e CV9=2 l'indirizzo DCC del decoder sara' 7+2*64=135

 

Questo decoder usa un secondo indirizzo “virtuale” pe controllare il funzionamento della seconda vela. Questo indirizzo e' settato sempre al numero successivo a quello programmato nelle CV1 e CV9 e calcolato come sopra. E' importante ricordare che nelle centrali digitali che indirizzano direttamente gli accessori (come il Multimaus® ROCO) il valore dell'indirizzo dei singoli accessori e' legato a quello del decoder (Add) attraverso la formula:

 

Indirizzo accessorio = (Indirizzo DCC * 4) + (1..8)

 

Quindi nel caso numerico in esempio la prima vela sara' controllata dall'indirizzo 549 e 550, la seconda dall'indirizzo 551 e 552, la terza dall'indirizzo 553 e 554 e la quarta da 555 e 556.

 

 

Versione del firmware. La CV7 contiene la versione del firmware di programmazione del PIC. Attualmente la versione e' la 1.0, quindi questa CV conterra' il valore 10. Tale CV non ha effetti sul funzionamento del decoder e' solo una informazione all'utente.

 

 

Produttore del decoder. La CV8 contiene l'identificativo del produttore del decoder. In questo caso il decoder e' un prodotto “fai da te” quindi il codice e' il 13 e la CV conterra' tale valore. Tale CV non ha effetti sul funzionamento del decoder, e' solo una informazione all'utente. Scrivendo un qualsiasi valore dentro questa CV si ottiene la reinizializzazione ai valori di default (vedi tabella con le CV implementate).

 

 

Configurazione del decoder. La CV29 contiene il valore 128 che rappresenta il modo operativo del decoder (solo lettura): i vari bit di tale parola, secondo la convenzione NMRA significano:

 

         Nessuna comunicazione bidirezionale con la stazione

         Decoder per accessori standard (non esteso)

         Indirizzamento in modalita' decoder (non indirizzamento per output)

         Decoder per accessori (non multifunzione)

 

Tale CV non ha effetti sul funzionamento del decoder, e' solo una informazione all'utente.

 

Configurazione del decoder. La CV61 contiene il valore della configurazione del decoder.

 

 

Bit7 (MSB)

Bit6

Bit5

Bit4

Bit3

Bit2

Bit1

Bit0 (LSB)

-

-

MARM

MEMO

RESET

LED

CNF[1]

CNF[0]

 

Il bit[5] “MARM” comanda (se posto a 1) la configurazione del decoder per il pilotaggio di segnali bassi di partenza (marmotte).

 

Il bit[4] “MEMO” comanda (se posto a 1) la memorizzazione dell'ultimo aspetto comandato dentro la CV62. In questo modo alla riaccensione del decoder verra' presentato l'ultimo aspetto selezionato. Se questo bit e' posto a 0, la CV62 contiene il default all'accensione del decoder e non viene modificata durante il funzionamento del decoder ma solo in fase di programmazione delle CV.

 

Il bit[3] “RESET” comanda (se posto a 1) il reset delle combinazioni dei segnali multi-vela quando si comandano le vele principali. Ad esempio in un segnale a 3 vele con il bit[3] posto a 1 il comando della prima vela porta al default (spente) le altre 2 vele; nel caso di bit[3] posto a 0 il comando della prima vela lascia inalterati i comandi delle altre vele rendendo possibile dare i comandi al segnale in qualsiasi ordine e non solo nell'ordine (prima vela -> terza vela).

 

I bit[2..0] “LED,CNF[1..0]” comandano le configurazioni di vele e luci secondo la seguente tabella:

 

Configurazione

CV61[2..0]

Commenti

A

4

1 segnale a 3 vele + 1 segnale a 1 vela (2 LED/luce)

B

5

2 segnali a 2 vele (2 LED/luce)

C

6

1 segnale a 2 vele + 2 segnale a 1 vela (2 LED/luce)

D

7

4 segnali a 1 vela (2 LED/luce)

E

0

1 segnale a 3 vele (3 LED/luce)

F

1

1 segnale a 2 vele + 1 segnale a 1 vela (3 LED/luce)

G

2

2 segnali a 1 vela (3 LED/luce)

 

Oppure per segnali bassi di partenza

 

Configurazione

CV61[5]

Commenti

H

64

2 marmotte – segnale di partenza basso (3 LED/marmotta)

 

 

Default del decoder. La CV62 contiene l'aspetto dei segnali connessi all'accensione, seguendo i valori delle tabelle alle pagine 8-11. In particolare i singoli bit comandano:

 

Bit7 (MSB)

Bit6

Bit5

Bit4

Bit3

Bit2

Bit1

Bit0 (LSB)

D1

D0

C1

C0

B1

B0

A1

A0

 

Dove:

 

         A[1..0] sono i bit che controllano la prima vela

         B[1..0] sono i bit che controllano la seconda vela

         C[1..0] sono i bit che controllano la terza vela

         D[1..0] sono i bit che controllano la quarta vela

 

 

Controllo delle vele del segnale

 

Le CV per il controllo degli aspetti delle due vele del segnale sono contenuti nelle CV33-43 e sono così suddivise:

 

Controllo intensita' del rosso (prima vela). La CV34 controlla la corrente che scorre nel LED rosso della prima vela. Un valore di 255 indica circa 10mA (alimentazione 16VDC), 128 indica 5mA e così via. Valori tipici sono tra 200 e 255 per compensare piccole differenze nella luminosita' dei LED.

 

Controllo intensita' del verde (prima vela). La CV36 controlla la corrente che scorre nel LED verde della prima vela. Un valore di 255 indica circa 10mA (alimentazione 16VDC), 128 indica 5mA e così via. Valori tipici sono tra 200 e 255 per compensare piccole differenze nella luminosita' dei LED.

 

Controllo intensita' del verde quando spento (prima vela). La CV37 controlla la corrente che scorre nel LED verde della prima vela durante la fase “spenta” negli effetti di lampeggio. Un valore di 255 indica circa 10mA (alimentazione 16VDC), 128 indica 5mA e così via. Valori tipici sono tra 12 e 40.

 

Controllo intensita' del giallo (prima vela). La CV38 controlla la corrente che scorre nel LED giallo della prima vela. Un valore di 255 indica circa 10mA (alimentazione 16VDC), 128 indica 5mA e così via. Valori tipici sono tra 200 e 255 per compensare piccole differenze nella luminosita' dei LED.

 

Controllo intensita' del giallo quando spento (prima vela). La CV37 controlla la corrente che scorre nel LED giallo della prima vela durante la fase “spenta” negli effetti di lampeggio. Un valore di 255 indica circa 10mA (alimentazione 16VDC), 128 indica 5mA e così via. Valori tipici sono tra 12 e 40.

 

 

 

Controllo intensita' dei LED della seconda vela. Le CV40-45 controllano (analogamente alle CV34-39 per la prima vela) le intensita' luminose dei LED della seconda vela.

 

Controllo intensita' dei LED della terza vela. Le CV46-51 controllano (analogamente alle CV34-39 per la prima vela) le intensita' luminose dei LED della seconda vela.

 

Controllo intensita' dei LED della quarta vela. Le CV52-57 controllano (analogamente alle CV34-39 per la prima vela) le intensita' luminose dei LED della seconda vela.

 

 

Velocita' di variazione. La CV58 controlla la velocita' di smoothing nella transizione tra i vari aspetti. La velocita' totale sara' espressa da (256/CV41)*20ms. Nel caso si metta 255 non si avra' smoothing, nel caso si metta 1 si avra' uno smoothing lunghissimo. Valore tipico e' 32 che imposta una transizione di (256/32)*20ms=160ms.

 

 

Periodo di lampeggio. La CV59 controlla attraverso la formula T=CV42*20ms il semiperiodo di lampeggio degli aspetti. Per avere una frequenza di 1Hz, programmare 500ms con 500/20=25.

 

 

Periodo di transizione OFF. Le transizioni vengono effettuate con uno smorzamento dell'aspetto uscente, una pausa ad OFF e una rampa di accensione dell'aspetto entrante. La CV60 controlla la durata della pausa OFF in multipli di 20ms. Valore tipico e' 15 che imposta una pausa di 15*20ms=300ms.

 

 

Caratteristiche hardware del decoder

 

Il decoder ha le seguenti caratteristiche elettriche e meccaniche:

 

Caratteristiche Elettriche

 

         Tensione massima operativa 35V (picco del segnale DCC)

         Tensione minima operativa 7V (picco del segnale DCC)

         Assorbimento: 16mA senza LED accesi, 10mA/LED MAX @18VDC

         Alimentazione e funzionamento con segnale DCC a norme NMRA

         Caratteristiche delle uscite:

         100mA MAX continui

         500mA di picco (<2sec)

         Totale decoder 1A

         Assorbimento funzione di ACKnowledge: 100mA @12V

 

Caratteristiche Meccaniche

 

         Dimensioni 45x45mm

         Connettori a vite, passo 5mm

         4 fori di fissaggio meccanico per il montaggio sotto traccia

 


Pacchetti DCC decodificati

 

Reset

Preambolo

0000.0000

0000.0000

0000.0000

 

 

 

 

 

La ricezione di questo comando causa in tutti i decoder la disattivazione in maniera permanente di tutte le uscite fino alla ricezione di un pacchetto per accessori standard che ne ripristini il normale funzionamento.

 

 

Idle

Preambolo

1111.1111

0000.0000

1111.1111

 

 

 

 

 

La ricezione di questo comando non ha nessuna funzione specifica. Il decoder lo considera un comando standard senza nessuna funzione associata.

 

 

Basic accessory packet (compreso broadcast)

Preambolo

10aa.aaaa

1bbb.cddd

eeee.eeee

 

 

 

 

 

Questo comando invia le sequenze di attivazione o disattivazione delle singole uscite.

b.bbaa.aaaa: e' l'indirizzo del decoder (1-510), con 0 indirizzo non valido e 511 broadcast.

ddd: uscita da modificare, e in dettaglio  000 => uscita 1, ... , 111 => uscita 8

c: modifica sull'uscita: 0 => OFF, 1 => ON

eeee.eeee: byte di controllo, ha valore (10aa.aaaa xor 1bbb.cddd)

 

 

Programmazione sul “main track” - POM

Preambolo

10aa.aaaa

1bbb.xxxx

0111.ccvv

vvvv.vvvv

dddd.dddd

eeee.eeee

 

 

Questo comando programma le CV direttamente sulla linea operativa, durante il normale funzionamento.  Non viene generato impulso di acknowledge alla fine della programmazione o alla fine della verifica, quindi non e' possibile la rilettura delle CV programmate in questa modalita'.

b.bbaa.aaaa: e' l'indirizzo del decoder (1-510), con 0 indirizzo non valido. L'indirizzo di broadcast (511) e' stato disattivato in questo comando per impedire programmazioni “di massa”.

xxxx: bit non considerati.

cc: tipo di operazione: 00,01 => N/A, 10 => operazioni sui bit, 11 => scrivi CV

vv.vvvv.vvvv: indirizzo della CV: 00.0000.0000 => CV1, 11.1111.1111 => CV1024. In questo decoder sono implementate le prime 128 CV, da CV1 a CV128. Come da raccomandazione NMRA le CV si possono accedere indifferentemente sia con indirizzo CV1-CV128 che con indirizzo CV513-CV641.

dddd.dddd: valore da scrivere nella CV. Nel caso cc=10 allora dddd.dddd si deve interpretare come xxxf.hggg dove ggg: bit da modificare all'interno della CV, e in dettaglio  000 => bit 0, ... , 111 => bit 7, f = 1 per scrivere il bit e h nuovo valore del bit da modificare.

eeee.eeee: byte di controllo, ha valore (10aa.aaaa xor 1bbb.xxxx xor 0111.ccvv xor vvvv.vvvv xor dddd.dddd)

 

 

Service Mode (Direct Mode) con modalita' sia byte che bit

Preambolo

1110.ccvv

vvvv.vvvv

dddd.dddd

eeee.eeee

 

 

 

 

Questo comando programma le CV sul “binario” di programmazione, a cui deve essere connesso solo il decoder in programmazione, dal momento che non viene inviato l'indirizzo del decoder e quindi tutti i decoder collegati saranno programmati nello stesso modo . Viene generato impulso di acknowledge alla fine della programmazione o alla fine della verifica, quindi e' possibile la rilettura delle CV programmate.

cc: tipo di operazione: 00=> N/A ,01 => leggi CV, 10 => operazioni sui bit, 11 => scrivi CV

vv.vvvv.vvvv: indirizzo della CV: 00.0000.0000 => CV1, 11.1111.1111 => CV1024. In questo decoder sono implementate le prime 128 CV, da CV1 a CV128. Come da raccomandazione NMRA le CV si possono accedere indifferentemente sia con indirizzo CV1-CV128 che con indirizzo CV513-CV641.

dddd.dddd: valore da scrivere nella CV. Nel caso cc=10 allora dddd.dddd si deve interpretare come xxxf.hggg dove ggg: bit da modificare all'interno della CV, e in dettaglio  000 => bit 0, ... , 111 => bit 7, f = 0 per verificare il bit  e f = 1 per scrivere il bit e h nuovo valore del bit da modificare (se f=1) oppure bit da confrontare con quello della CV (se f=0).

eeee.eeee: byte di controllo, ha valore (1110.ccvv xor vvvv.vvvv xor dddd.dddd)