DCC-A510

Prezzi

Interfaccia assemblata e testata: 36€

Caratteristiche generali dell'interfaccia

L'interfaccia DCC-A510 (MixBus) e' un convertitore dal bus XpressNet (bus di controllo LENZ per i tracciati) al bus USB. Questo sistema molto compatto permette di collegare i piu' diffusi software di controllo dei tracciati (vedi) al proprio sistema XpressNet basato su una centralina compatibile con tale protocollo come ad esempio la DCC-A140.




Software commerciali e freeware per il controllo dei plastici


Il modulo MixBus e' compatibile con il modulo LENZ LI100F, quindi per usarlo nei diversi programmi di controllo dei tracciati si imposti tale settaggio. I piu' diffusi programmi di controllo sono i seguenti: (si consideri che tali software non sono stati sviluppati insieme a Lenz, quindi la funzionalita' del modulo puo' variare da programma a programma):

GPP Software http://www.gppsoftware.com/ssi

Il Solid State Interlocker (SSI) Model Railway Control system e' un software professionale che emula il sistema di controllo del traffico ferroviario in uso in Gran Bretagna - Integrated Electronic Control Centre (IECC). E' stato sviluppato da addetti ai lavori quindi e' molto preciso e dettagliato in ogni aspetto. Sono presenti tutte le features di segnalazione e interbloccaggio dei convogli

KAM Industries http//www.kamind.com

La KAM e' un fornitore di sistemi DCC gia' dal 1991. Il software e' open, funziona su reti aperte di computer o su singolo PC, riducendo il costo del sistema completo e grazie all'espandibilita' permette di ampliare il sistema via via che il plastico cresce.

RAILROAD&CO. http://www.freiwald.com/

E' sicuramente il leader per i programmi di controllo dei tracciati. Offre una suite completa di programmi sia per la gestione del traffico sia per la gestione dei decoders (programmatori).

Train Tools http://www.traintools.com/

DCC ZUG http://www.kentsoftware.com/zugdcc/

E' uno dei sistemi piu' semplici per la gestione del tracciato.

JMRI http://jmri.sourceforge.net/

E' un programma open source, distribuito per i principali sistemi operativi e computers. E' sicuramente il punto di riferimento per l'open source applicato ai sistemi DCC per il controllo dei plastici ferroviari.

Il modulo MixBus si presenta come nelle foto mostrate a fianco, in cui la parte frontale (PC) contiene i LED indicatori dello stato e attivita' del modulo e il connettore dell'interfaccia USB. I significati dei diversi LED sono i seguenti:

XB TX: (X-bus trasmission) questo LED lampeggia quando la stazione di controllo invia un comando di richiesta dati al MixBus. La frequenza di lampeggio dipendera' dal settaggio del programma di controllo.

POWER (power on indicator) questo LED e' acceso quando il modulo e' connesso e alimentato correttamente dal bus USB.

PC TX (PC serial trasmission) questo LED lampeggia quando il programma PC trasmette dei dati verso il bus XpressNet (risposta del PC all'interrogazione XpressNet)

PC RX (PC serial receiving) questo LED lampeggia quando il programma PC riceve dei dati dal bus XpressNet (interrogazione XpressNet)

Tipicamente i LED XB TX, PC TX e PC RX in un sistema funzionante correttamente lampeggeranno in sequenza a significare la propagazione del comando dal bus XpressNet alla seriale del PC e la relativa risposta


Il retro del modulo contiene 4 porte XpressNet standard per connettere fino a 4 dispositivi al bus (3 dispositivi + la centrale). In questo modo si potrà usare il modulo MixBus anche come "expander" del bus per piccoli sistemi, risparmiando ulteriori cablaggi.:


Per collegare correttamente il modulo al bus XpressNet si ricorda il pinout del connettore RJ12:

PIN 1: --- Non usato ---

PIN 2: M: Ritorno dell'alimentazione (0V)

PIN 3: B: Comunicazione RS485, lato negativo

PIN 4: A: Comunicazione RS485, lato positivo

PIN 5: L: Alimentazione a 12V

PIN 6: --- Non usato ---


Attenzione alla crimpatura del cavo XpressNet che dovra' necessariamente essere "dritto - straight" e NON "incrociato - crossover" come dall'immagine a lato. In caso di qualsiasi dubbio su questo punto meglio acquistare cavi gia' pronti (anche da questo sito) per non rischiare di danneggiare tutto il sistema con una connessione avventata.


La connessione del dispositivo avviene in due momenti distinti:

  1. Connessione al PC

  2. Connessione al sistema DCC

La connessione al PC a sua volta e' basata su questi punti:


1. Connettere il cavo USB al PC e al modulo MixBus, attendere la notifica del sistema operativo a riguardo dell'installazione dei drivers. Nel caso tutto proceda regolarmente (con XP, Windows7 e 8 non ci dovrebbe essere bisogno di drivers esterni) si otterra' questa notifica (ci vuole un po' di tempo, anche alcuni minuti):.


La porta assegnata e' la prima disponibile nel sistema, non ci sono problemi se viene settata tra COM1 e COM30, se il programma vuole una COM specifica, modificare il numero della COM manualmente (vedi guida windows). Nel caso ci fosse bisogno dei drivers, si possono scaricare a questo indirizzo con il nome di VCP (Virtual COM port drivers).


2. Aprire la pagina di gestione dei dispositivi e settare la COM port a 9600 baud, 8 bit di dati, 1 bit di stop, nessuna parita' e controllo di flusso Hardware.

a questo punto il MixBus e' pronto per la connessione al bus XpressNet e per essere usato per il controllo del tracciato via PC.


Cambiare indirizzo al modulo MixBus

Il modulo MixBus ha un suo indirizzo identificativo (come tutte le periferiche connesse a questo bus) compreso tra 1 e 31. Questo indirizzo e' univoco, e serve alla centrale per identificare ogni periferica, quindi se due periferiche hanno lo stesso indirizzo il sistema non funziona correttamente. Da questa considerazione nasce la necessita' di cambiare l'indirizzo XpressNet del MixBus. Per fare questo si usa il programma (funzionante su PC e sotto il sistema operativo Windows (XP,7,8)) allegato a questa pagina. Prima di lanciare il programma assicurarsi di aver completato con successo tutta l'installazione del MixBus.

Una volta collegato il MixBus con un cavo USB al PC, si lanci il programma "MixBus.exe":

Premere il tasto "FATTO" non appena e' completata la connessione e installazione dei drivers del dispositivo (porta seriale pronta al funzionamento).


Una volta premuto il tasto "FATTO" compare la selection box di scelta della COM port del MixBus. Se si sceglie una COM port errata si otterra' un messaggio di errore, non appena selezionata quella giusta si otterra' la schermata seguente.


La schermata conterrà la visualizzazione dell'indirizzo XpressNet corrente e la richiesta se modificare o meno questo indirizzo. Se si preme "NO" il programma semplicemente terminera', mentre premendo "SI" si aprira' la schermata seguente.


La schermata conterrà una casella per l'inserimento del nuovo indirizzo, e una volta premuto "FATTO" si ritornera' alla schermata precedente con la rilettura dell'indirizzo corrente e la richiesta di una sua eventuale modifica..